CASETTE PER UCCELLINI, FARFALLE E PIPISTRELLI: OGNUNO HA LA SUA CASA

CASETTE PER UCCELLINI, FARFALLE E PIPISTRELLI: OGNUNO HA LA SUA CASA

Un modo simpatico e originale per decorare il giardino e l’esterno della casa è quello di appendere delle casette per uccellini in legno per ospitare animali selvatici e delle mangiatoie per sfamarli. Ce ne sono di diversi tipi e la loro forma varia a seconda dell’animale che vogliamo ospitare.

IL BIRD FEEDING E LA PROTEZIONE DEI VOLATILI

La casetta più “classica” è quella per gli uccelli selvatici, come passeri, cinciallegre o picchi. Quella di proteggere e sfamare i volatili – detta bird feeding – è una pratica molto in voga nel nord Europa per l’alto contenuto ecologista: gli uccelli selvatici infatti sono molto utili all’ecosistema ed è importante fornir loro le giuste condizioni per nidificare e nutrirsi. Inoltre se abbiamo dei bambini sarà un’esperienza utile e interessante quella di allevare uccelli senza rinchiuderli in gabbia: se trovano cibo state certi che torneranno!

Prima di scegliere una casetta è bene sapere che più grande è il foro d’entrata più grande sarà l’uccellino che vi farà il nido dentro, perciò se vogliamo osservare specie differenti conviene posizionare tante casette con fori di diverse dimensioni. La casetta va posta almeno a un metro e mezzo da terra, altrimenti gli uccellini non si sentiranno sicuri e non si avvicineranno.

Accanto alle casette non dimenticatevi le mangiatoie. Gli uccelli hanno diverse preferenze alimentari, dunque anche in questo caso è bene variare: una calza a rete per i cardellini, gli alimentatori a nettare per i colibrì, gli alimentatori spugna, ecc. Ricordatevi di alimentarli periodicamente: gli uccelli possono essere indulgenti se un alimentatore è vuoto per un paio di giorni, ma è sempre vuoto non attirerà molti uccelli. Possiamo utilizzare anche del pane raffermo, poiché è fatto di cereali, ma ricordate che i prodotti di panetteria trasformati (come cracker, biscotti, corn flakes, ecc.) sono spazzatura per gli uccelli. Il becchime per gli uccelli ha una lunga durata, ma solo se conservato correttamente, altrimenti rischia di essere invaso da parassiti. Inoltre le sementi invecchiano e si asciugano: così sono meno nutrienti e attirano meno gli uccelli.

Alimentiamoli anche in inverno: è vero che i migratori saranno assenti, ma i pochi uccelli che resistono all’inverno vivono una situazione ancora più critica e apprezzeranno molto la vostra ospitalità. Infine cercate di tenere pulite la casette e le mangiatoie: gli uccelli sono selvatici ma sono esigenti in fatto di pulizia. Una mangiatoia sporca, intasata o bagnata può essere causa di malattie.

NON SOLO UCCELLINI: SPAZIO ANCHE A FARFALLE E PIPISTRELLI

casette per uccelli

Casetta per farfalle

casette per uccelli

Casetta per pipistrelli

Non esistono solo gli amanti dei pennuti, ci sono casette di legno anche per le farfalle. Sono dotate di forellini più piccoli, in modo da impedire l’ingresso di uccellini o altri animali che potrebbero infastidire le farfalle. Poste vicino a piante e fiori, saranno il luogo ideale in cui le farfalle riposeranno durante la notte o nelle giornate uggiose.

Per i palati più forti esistono in commercio anche casette per pipistrelli. Non saranno gli animali più belli del mondo ma sanno rendersi utili: in una notte un pipistrello può mangiare dalle 1.000 alle 2.000 zanzare. Queste casette sono dotate di un’apertura sul fondo, da cui i pipistrelli accedono per appendersi nella loro tipica posiziona a testa in giù. Per far sì che si stabiliscano nei pressi della nostra abitazione dobbiamo fornirgli un riparo dalla luce, dove possano riposare e riprodursi. Perciò il luogo ideale per una casetta per pipistrelli è ad almeno tre metri d’altezza, lontano dal sole e da eventuali disturbatori.

Share this article

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *