CAVOLI: SCOPRI LE VARIETA’

CAVOLI: SCOPRI LE VARIETA’

I cavoli vantano tantissime varietà, tutte diverse e commestibili. Cavolfiori, cavoli verza, broccoli, cavoletti di Bruxelles, cavoli rapa, cavoli cappuccio sono solo alcune delle molteplici specie di brassicacee esistenti. Come si coltivano?

Questi ortaggi sono facili da coltivare e si adattano a tutte le temperature, anche le più rigide. Le innaffiature non devono essere frequenti; è sufficiente irrigare la pianta una volta a settimana, facendo attenzione a non bagnare le foglie per evitare lo sviluppo di malattie fungine.

Il terreno deve essere fertile e ben drenato, ricco di sostanze organiche. Quando si coltiva frutta e verdura è meglio concimare con fertilizzanti naturali a base di letame o compost. Il concime deve contenere humus, azoto, fosforo e potassio e deve essere somministrato al momento del trapianto e prima della raccolta. Il momento giusto per raccogliere i cavoli varie a seconda della specie, e va da autunno fino a primavera. Anche il periodo della semina è diverso: cavoletti di Bruxelles e cavolo cappuccio vanno piantati a febbraio, i cavoli verza in autunno e i cavolfiori alla fine della primavera.

Per prolungare i raccolti in inverno e per proteggere l’orto dalle intemperie, si può ricorrere a una serra a tunnel. La serra è composta da un telaio in tubi d’acciaio e da una copertura in plastica resistente ai raggi UV. I picchetti e le corde la rendono stabile e facile da montare in qualsiasi momento.

Scarica la Guida alla coltivazione dei Cavoli cliccando qui e qui.

 

Foto: Ortomio

Share this article

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *