COLTIVARE UN ORTO URBANO SUL BALCONE

COLTIVARE UN ORTO URBANO SUL BALCONE

Coltivare un orto urbano sul balcone potrebbe darti la possibilità di cogliere pomodori maturi e insalata pronta per essere gustata semplicemente uscendo in terrazzo.

Ma questo non è solo l’unico vantaggio: infatti, coltivare gli ortaggi sul balcone è molto più facile rispetto alla coltivazione nell’orto!

Coltivare un orto urbano sul balcone: la preparazione dei vasi

Ovviamente il primo passo è quello di individuare il luogo adatto (un balcone, una terrazza…) e posizionare dei vasi di materiale, forma e dimensioni adeguate. Sebbene quelli in terracotta siano i migliori, per iniziare è sicuramente meglio usare dei vasi rettangolari in plastica, che saranno più facili da spostare e ci faranno guadagnare dello spazio utile.

E’ indispensabile che siano profondi almeno 50 cm, per permettere alle piante con un elevato sviluppo fogliare (come zucchine e pomodori) di radicare correttamente. La lunghezza e la larghezza, invece, sono a vostra discrezione, pur tenendo conto che in un vaso di 50 cm ci stanno un paio di piantine circa

Sul fondo dei vasi andrà preparato uno strato di circa 2-3 cm di argilla espansa o di ghiaietto per favorire il deflusso dell’acqua in eccesso, evitando quindi i ristagni idrici che potrebbero compromettere la salute delle nostre piante. Andremo a coprire il tutto con il vero e proprio terriccio di coltivazione: possiamo scegliere del terriccio universale, opportunamente mischiato a della sabbia (circa il 10% del totale), sempre per favorire il drenaggio, e facoltativamente anche ad un terriccio di lombrico, ottimo come concime. Se invece scegliete un concime liquido bisognerà fare attenzione al dosaggio, che andrà seguito in modo scrupoloso per non bruciare la pianta.

Coltivare un orto urbano sul balcone: iniziamo a piantare

Se per te la coltivazione orticola è un concetto nuovo, puoi iniziare con delle verdure facili da coltivare: aromatiche, fragole, pomodori, zucchine ed insalata.

Le piante già cresciute andranno messe a dimora tra fine marzo e la fine di aprile. Si sconsigliano invece le semenze, perchè in balcone avrebbero poche probabilità di crescita.

Gli apporti idrici dovranno essere frequenti, ma mai troppo abbondanti, versando l’acqua sul terreno, preferibilmente sui bordi e non direttamente sull’apparato radicale. Nel periodo di produzione, l’innaffiatura diventerà ancora più importante e se mancano le piogge andrà fatta tutte le sere, per impedire l’evaporazione dell’acqua.

Coltivare un orto urbano sul balcone: gustiamo il risultato!

Quando i frutti dei nostri sforzi saranno maturi, ricordiamoci di lavare bene i nostri ortaggi con acqua e bicarbonato di sodio, per eliminare le tracce di polveri sottili che potrebbero essersi depositate sulla superficie delle verdure.

Share this article

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *