COME ALIMENTARE GLI UCCELLINI SELVATICI

COME ALIMENTARE GLI UCCELLINI SELVATICI

Il birdfeeding, cioè l’abitudine di alimentare gli uccellini selvatici e di offrirgli riparo, è una pratica utile e divertente, sempre più in voga negli ultimi anni. Praticabile ovunque, il birdfeeding ci mette in relazione con la fauna circostante, spesso dimenticata e bistrattata, sopratutto in alcune affollate città. Inoltre, il gelo e la neve invernali sono molto pericolosi per i piccoli volatili, che faticano a trovare un riparo e qualcosa da mangiare durante la stagione fredda; il birdfeeding non è solo un hobby quindi, ma un gesto importante e doveroso.

L’IMPORTANZA DI ALIMENTARE GLI UCCELLINI IN MODO CORRETTO

alimentare gli uccellini selvaticiMerli, pettirossi, capinere, cince, picchi e tortore vanno ghiotti di frutta fresca, arachidi e noci, mentre gli uccelli granivori come il cardellino, il fringuello e il passero apprezzano mix di semi già pronti, come mais, canapa, semi di girasole, frumento e avena.

Il cibo adatto da fornire agli uccellini si può trovare facilmente nei garden center o si può ricavare dai nostri avanzi; è però molto importante non fornirgli cibo salato, piccante o contenete lieviti o peggio additivi chimici, molto dannosi per la loro salute.

Quando il freddo diventa insostenibile, il cibo da sistemare nella mangiatoia deve essere calorico, come pezzi di formaggio, lardo, oppure le squisite palle di grasso, di cui gli uccellini vanno ghiotti. Queste palle a base di grasso impastate con i semi, sono molto amate dagli uccellini e possono essere facilmente appese fuori dalla mangiatoia, su un davanzale o un ramo di un albero.

Va specificato che la mangiatoia non è una casetta per uccelli ma è il luogo dove loro si approvvigionano; non è fatto per lunghe soste e deve rimanere solo un posto di passaggio facilmente raggiungibile e ben visibile. La mangiatoia può essere sistemata sia in giardino sia in balcone, a circa un metro dal suolo per evitare fastidiose incursioni di eventuali predatori. Se volete che la vostra mangiatoia abbia successo, pulitela regolarmente e sistematela in un posto riparato, possibilmente già frequentato dagli uccelli.

Gli alimenti devono essere protetti da acqua e neve: per questo è importante dotare la mangiatoia di un tetto e controllare periodicamente che il contenuto non sia contaminato. Il cibo va rifornito una volta ogni tre giorni circa, mentre se sistemate un piccolo abbeveratoio, dovete provvedere a cambiare l’acqua tutti i gironi, per evitare ristagni.

menu nature 4 season mangime per uccellini selvaticimenu nature 4 seasons per uccellini selvaticipalline di grasso per uccelli selvatici

Share this article

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *