COME COLTIVARE L’ALOE VERA

COME COLTIVARE L’ALOE VERA

L’Aloe è una pianta succulenta perenne, conosciuta già dagli antichi Egizi per le sue qualità antinfiammatorie e cicatrizzanti. È caratterizzata da grosse foglie carnose lunghe una cinquantina di centimetri, contenenti una sostanza gelatinosa alla base di numerose creme e prodotti dalle proprietà curative.

Chi possiede una pianta di Aloe Vera può preparare in casa bevande depuranti, utilizzando il gel che si trova all’interno della foglia. Questo liquido è ricco di oligoelementi, steroidi e mucopolisaccaridi che agiscono da gastroprotettori e disinfiammano la mucosa gastrica.

Anche la semplice foglia di Aloe Vera, una volta recisa, può essere utilizzata per impacchi contro le scottature, i gonfiori e le ferite che faticano a cicatrizzare. Per utilizzare al meglio le foglie dell’Aloe e non danneggiare la pianta bisogna tagliarle vicino al fusto, facendo attenzione a scegliere le foglie esterne, più vecchie e ricche di gel. È molto importante eliminare la base della foglia e le spine per evitare di assumere l’Aloina, una sostanza presente in alcune parti della pianta, molto amara e dalle proprietà purganti.

ALOE: COME SI COLTIVA

Coltivata per motivi estetici o per scopi medicinali, l’Aloe rimane un’ottima pianta da esterni che regala tante soddisfazioni. Cresce in maniera molto rapida e le sue foglie non si sviluppano in lunghezza ma continuano a spuntare dal terreno come i petali di una rosa.

A causa delle sue grosse dimensioni, richiede frequenti rinvasi, fino ad arrivare a contenitori dal diametro di 40 cm. Quando le dimensioni diventano eccessive è importante rimuovere i polloni che continuano a crescere a ridosso della pianta madre. Questi germogli vanno estratti con tutta la radice non appena misurano 10 cm di lunghezza e possono essere rinnestati in un altro vaso, per dare origine a una nuova pianta di Aloe. Questa operazione è essenziale per contenere la crescita della vostra pianta e per mantenerla in forze e in salute.

ATTENZIONE ALL’IRRIGAZIONE

Molto importante è anche la scelta di un terreno sabbioso e bene drenato, per evitare i ristagni idrici che spesso affliggono queste piante. Per lo stesso motivo è bene ricordare di non bagnare mai direttamente le foglie ma solo il terreno, in maniera abbondante e regolare.

Tra un’irrigazione e l’altra il substrato deve avere il tempo di asciugarsi, sopratutto in Estate, quando l’apporto idrico è maggiore. In Autunno invece, le innaffiature si diradano, fino a quando in Inverno vanno sospese del tutto.

Come tutte le piante succulente, anche l’Aloe Vera necessita di un clima secco e caldo, che non scenda mai sotto i 5 gradi. La posizione ideale per questa pianta è in pieno sole e va protetta durante la stagione fredda dal gelo e dalle piogge tramite dei teli di non-tessuto o portandola a riparo in una serra o in casa.

aloe vera vaso 18aloe vera vaso 21aloe vera libro di ricette

Share this article

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *