COSA FARE QUANDO GLI ANIMALI EFFETTUANO LA MUTA

COSA FARE QUANDO GLI ANIMALI EFFETTUANO LA MUTA

Cani e gatti che abitano in appartamento perdono molti peli, soprattutto durante i cambi di stagione. In primavera e in autunno fanno la cosiddetta “muta”, cioè mutano il manto per prepararsi al gelo dell’inverno o alla calura estiva. Questo cambiamento non avviene repentinamente ma dura circa un mese, nel quale l’animale comincia a perdere pelo progressivamente, dalla parte posteriore del corpo a quella anteriore. La muta porta con sè anche alcuni problemi; i gatti per esempio, leccandosi di frequente il manto possono ingoiare eccessive quantità di pelo ed avere disturbi gastrointestinali. I cani invece possono grattarsi così tanto da recarsi arrossamenti e ferite. Come fare?

Un modo per aiutare i nostri animali durante questa fase è spazzolarli di frequente. Gli strumenti che possiamo utilizzare sono il pettine e la spazzola, la cui dimensione varia a seconda della lunghezza del pelo dell’animale. I cani a pelo corto per esempio, vanno pettinati con una spazzola a setole fitte, mentre quelli a pelo lungo vanno passati col il cardatore per districare eventuali nodi. Alcune spazzole, come quelle a guanto sono anche create per massaggiare l’animale e rendere la tolettatura un momento piacevole. Solitamente la spazzolatura si effettua seguendo la direzione del pelo dell’animale, partendo dalla testa, per poi arrivare al corpo, la coda e le zampe. Spazzolare di frequente cani e gatti è una buona abitudine che andrebbe effettuata una volta a settimana e intensificata nel periodo della muta. Alcuni cani e gatti con il pelo particolarmente lungo vanno pettinati fino a una volta al giorno, per mantenere il loro pelo lucido e in salute.

 

 

Foto: Croci Canamici

Share this article

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *