LA MANUTENZIONE DELL’ACQUARIO DOPO LE VACANZE

Un acquario non è solo un elemento di arredo: è un microcosmo che necessita di manutenzione continua. L’acqua deve essere sempre pulita e salubre; anche solo una piccola svista può rovinare l’ecosistema e condannare tutti i pesci a morte. Cosa fare al rientro dalle vacanze?

Tornati dalle vacanze è necessario compiere una serie di azioni per verificare che all’interno del nostro acquario tutto proceda per il meglio. La prima cosa da fare è eliminare le foglie morte, gli escrementi ed eventuali resti di cibo in eccesso dal fondale dell’acquario. L’igiene è molto importante, perciò una volta ogni tanto è bene scrostare i vetri, sciacquare il filtro e pulire le tubature dell’aria e dell’acqua.

acquarioLa cosa più importante è controllare che i filtri del nostro acquario funzionino correttamente, eseguendo un test dell’acqua. È possibile che alcuni valori non rientrino nella norma, per ovviare a questo problema possiamo ricorrere a dei biocondizionatori. Questi composti, in forma di cartucce per erogatori o di preparati liquidi, migliorano la qualità dell’acqua. Promuovono l’instaurarsi di condizioni favorevoli allo sviluppo della flora e della fauna acquatica e inibiscono la crescita di alghe. Inoltre assicurano una rapida pulizia dell’acqua da ogni intorpidimento, evitando i ristagni.

acquarioIl biocondizionatore è indispensabile quando si provvede all’aggiunta o al cambio parziale dell’acqua. L’acqua del rubinetto non può essere versata all’interno dell’acquario, a causa del cloro che rovinerebbe l’ecosistema uccidendo tutti i batteri. Grazie al biocondizionatore l’acqua del rubinetto può essere aggiunta alla acquario senza nessun rischio per i pesci e le piante acquatiche.

 

Foto: Askoll

Share this article

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *