L’IGIENE DEL CANE IN VACANZA

L’IGIENE DEL CANE IN VACANZA

Prima di partire per le vacanze, i nostri amici a quattro zampe sono freschi di toilettatura, ma raggiunto il luogo di villeggiatura impedirgli di rotolarsi nel fango o nella sabbia è un’impresa ardua. I cani amano giocare e non va impedito loro di sporcarsi, ma può essere un problema se la situazione diventa poco igienica. La cute del cane infatti è molto delicata, soprattutto dopo la tosatura estiva, e il suo pelo deve essere spazzolato quotidianamente per scongiurare il rischio di dermatite, parassitosi e micosi cutanee.

Shampoo_schiuma_seccaNon è necessario lavare il cane tutti i giorni per mantenerlo pulito, basta un bagnetto al mese e qualche shampoo a secco quando necessario. Questi prodotti possono essere spume, polveri o spray e vanno applicate direttamente sul pelo dell’animale, senza risciacquare. Una volta utilizzato lo shampoo bisogna spazzolare accuratamente il manto per evitare che restino dei residui che il cane potrebbe ingerire. È importante non lanciarsi in azzardati preparati fai da te, ma acquistare prodotti sicuri e ipoallergenici, per non arrecare danni alla salute del vostro cane. Il prodotto oltre che eliminare i residui di sporco, neutralizza i cattivi odori.

cane

Panni detergenti per orecchie

Un’altra operazione che possiamo compiere per evitare che il nostro cane si ammali è il controllo delle orecchie. Le orecchie nei cani sono molto delicate, soprattutto in quegli esemplari con orecchie pendenti e pelose. Di solito non è necessario pulire, ma se notiamo che sono sporche è meglio intervenire con qualche goccia o un panno detergente per rimuovere il cerume.

cane

Panni detergenti per lacrime

Molto importante è evitare il contatto del condotto uditivo con acqua o cotton fioc, per non danneggiarlo o esporlo a infezioni. Esistono anche in commercio tamponi di garza per rimuovere le secrezioni intorno agli occhi e le incrostazioni di saliva. Sono molto utili per prevenire la richiazzatura e non irritano il cane in nessun modo.

Share this article

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *