L’ORTO IN INVERNO: COSA PIANTARE

L’ORTO IN INVERNO: COSA PIANTARE

L’orto non riposa mai: ma cosa possiamo coltivare nell’orto in inverno? Molte piante possono essere ancora piantate durante la stagione fredda, sia in serra sia all’aperto, a seconda della latidudine. Cavolfiori, cipolle, aglio, sono ortaggi invernali che crescono in piena terra come anche spinaci, rucola e radicchio.

ORTO IN INVERNO: PENSIAMO ANCHE ALLA PULIZIA…

Prima di provvedere alla semina però, è importante preparare l’orto sarchiando il terreno e tagliando via le piante morte o che non danno più frutti: questo è il periodo giusto per farlo. Se il vostro orto si trova sul balcone, estirpate dai vasi i resti delle piante secche e raccogliete gli ultimi ortaggi di stagione.

…E ALLA CONCIMAZIONE

Il terreno sarà privo di nutrienti e perciò necessita di una buona dose di concime e un po’ di terriccio nuovo, al fine di riempire le buche e rendere il substrato soffice. La cosa migliore è usare un concime organico come lo stallatico, perchè è a lenta cessione ed è adatto in agricoltura biologica, miscelato con del terriccio per orto. Da distribuire nei primi 10-15 cm di profondità, il concime aiuta il terreno a riacquistare i macroelementi indispensabili alle piante per mettere radici.

È anche il momento di spargere sul nuovo substrato un prodotto ricco di calcio come la calciocianamide, che corregge il pH di terreni troppo acidi e previene la comparsa di piante infestati, lumache e parassiti. Questo prodotto nono deve però venire a contatto con foglie e radici, per questo bisogna spargerlo sul terreno circa 3 settimane prima della semina.

COME PROTEGGERE L’ORTO

Intanto possiamo però coltivare in cassette e vasi, qualche pianta aromatica come erba cipollina, menta e borragine, oppure ravanelli, piselli, lattughe e carote. Se non avete una serra fredda potete utilizzare un tunnel di agritessuto o tessuto non tessuto da posizionare sulle piante per proteggerle dal gelo.

 

altea calce spentaaltea stallaticocalciocianammide altea

Share this article

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *