PRIMI LAVORI NELL’ORTO

PRIMI LAVORI NELL’ORTO

In attesa della primavera possiamo già iniziare a gettare le basi per il nostro orto anche durante il mese di febbraio. L’utilizzo di un semenzaio, infatti, consente di avere a disposizione di un ambiente protetto che, in caso di clima inclemente, può anche essere spostato all’interno dell’abitazione. Le perfette condizioni di umidità e calore permettono così di anticipare i tempi della semina.

ortoUna soluzione interessante sono le miniserre  in plastica con coperchio trasparente, che utilizzano piccole pastiglie di torba che, a contatto con l’acqua, si gonfiano trasformandosi in comodi vasetti da semina. L’utilizzo di un semenzaio risolve il problema delle temperature, poiché alcuni ortaggi non sopportano il freddo:  i cetrioli richiedono almeno 21°C, mentre le zucchine arrivano fino a 10/13°C e le lattughe anche a 5/7°C. A febbraio potete seminare con ottime possibilità di successo la lattuga, i cetrioli, la rucola, le carote e quasi tutte le primizie.

Dopo aver effettuato la semina, è consigliabile chiudere il coperchio per mantenere costante la temperatura e mantenere la terra umida ma non inzuppata: è bene controllare ogni giorno il semenzaio per controllare l’umidità del terriccio. Quando saranno comparsi i primi germogli potrete togliere il coperchio nelle ore più calde, anche per evitare la formazione di muffe.

I tempi di germinazione dipendono dal tipo di ortaggio: andiamo dai 5 giorni dei ravanelli fino ai 7-10 giorni dei pomodori, fino ai 20 giorni per il sedano. Quando la piantina sarà cresciuta e il clima sarà ottimale, potrete trapiantarle direttamente nell’orto o in un vaso di grandi dimensioni.

Share this article

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *