PRIMULA: IL PRIMO FIORE DELL’ANNO

preloader
  • primula
  • primula
  • primula
  • primula
  • primula
  • primula
  • primula
  • primula
  • primula
  • primula
  • primula
  • primula

La Primula è una bellissima pianta perenne, priva di fusto ma dotata di tante foglie verdeggianti e numerosi fiori colorati. Formati da cinque petali, i fiori di Primula vanno dal tradizionale giallo, al rosso accesso, all’indaco. Grazie alle molteplici varietà esistenti, questa pianta ornamentale è perfetta per bordure, aiuole, giardini rocciosi, ma anche da esporre su terrazzi e balconcini.

primula

LA PRIMULA AMA IL FREDDO

Da sempre annunciatrice della primavera, la Primula deve il proprio nome proprio alla precocità della fioritura, che avviene da febbraio a giugno. È una pianta che predilige un clima moderatamente freddo e un’esposizione in piena luce, o al limite a mezz’ombra. Se posta in luoghi dove la temperatura supera i 15-20°C, non solo la Primula non fiorisce ma incomincia a deperire. Questa pianta rustica è davvero semplice da coltivare, grazie alla sua particolare resistenza al freddo invernale e alle poche cure che necessita.

TERRA, ACQUA, ENERGIA

La prima cosa da fare quando si acquista una primula è scegliere un terreno neutro o mediamente acido, composto da terra di coltivo, torba e sabbia in parti uguali. È importante che il substrato sia ben drenato, poiché la Primula necessita di innaffiature frequenti e teme i ristagni idrici.

Ogni due anni dopo la fioritura, se le radici si sviluppano in maniera eccessiva, si deve rinvasare la pianta in un nuovo contenitore. Durante questa operazione, la terra va sostituita con un nuovo composto, permeabile e ricco di concime.

primula primula

 

 

 

 

 

 

 

Un apporto idrico costante è molto importante per la sana crescita della Primula, soprattutto in estate quando il terreno tende a seccare velocemente. La pianta infatti deve mantenere un’elevata umidità, senza che il terreno sia zuppo d’acqua. Per fare ciò, un consiglio è quello di riempire il sottovaso con dell’argilla espansa costantemente bagnata, che creerà la giusta umidità senza correre il rischio di far marcire le radici.

Durante il periodo di fioritura, per rendere il substrato fertile, è necessario aggiungere all’acqua di irrigazione un concime liquido per piante fiorite una volta ogni due settimane per tutta la bella stagione. La pianta si deve lasciare riposare fino a dicembre, ricominciando poi a concimare settimanalmente fino alla fioritura.

compo piante fiorite concime liquidoconcime universale idrosolubile kb hydrofoodterriccio compo sana piante fiorite

Share this article

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *